Pubblicato da Staff N&S

La broncoscopia è una indagine diagnostica basata sull'utilizzo di una fibra ottica, il broncoscopio, che viene fatta scorrere dal naso (o dalla bocca) lungo i bronchi fino al polmone. In alcuni casi la broncoscopia è utilizzata per rimuovere corpi estranei finiti accidentalmente nei bronchi, per la rimozione di tappi di muco o per l'asportazione di lesioni benigne (es. papillomi, condromi etc). Essa può inoltre essere utilizzata per l'esecuzione di medicazioni sulla parete bronchiale, per il prelievo di materiale a scopo di biopsia o per il lavaggio bronco-alveolare. In questi casi si parla di broncoscopia operativa.

Come si esegue la broncoscopia

Normalmente la broncoscopia si esegue in ambulatorio e raramente è necessario il ricovero ospedaliero. L'esame dura circa 15-20 minuti. E' necessario il digiuno completo da almeno 6 ore. Il paziente può essere in posizione distesa o seduta. Si somministra un anestetico locale a base di xylocaina e si introduce la fibra ottica che, essendo di piccole dimensioni, non ostruisce le vie respiratorie. Il paziente continua quindi a respirare normalmente. Durante l'esame sono continuamente monitorate le funzioni vitali (pressione di O2, attività cardiaca, etc). Al termine dell'esame il paziente è tenuto in osservazione per le successive 2 ore.

A cosa serve la broncoscopia

La broncoscopia è una indagine necessaria per la diagnosi e la stadiazione del carcinoma broncogeno, per la valutazione di un sanguinamento dalle vie respiratorie (emottisi), per la biopsia di infiltrati polmonari diffusi, per la diagnosi di infezioni polmonari che non rispondono alla terapia antibiotica, per l'esecuzione del lavaggio broncoalveolare.

Controindicazioni e complicanze della broncoscopia

Il procedimento è controindicato nei pazienti con broncospasmo grave, in quelli con ipertensione polmonare grave e nei pazienti affetti da aritmie. Nel caso della broncoscopia operativa, costituiscono controindicazioni anche i disturbi della coagulazione (tendenza all'emorragia). Le complicanze comprendono sanguinamento e riduzione transitoria della pressione di Ossigeno (<10 mm Hg). Se eseguita da mani esperte le complicanze maggiori sono rare.

A chi rivolgersi?

Pneumologo

La lettura dell'articolo non sostituisce il parere del medico

CERCHI UNO SPECIALISTA
NELLA TUA ZONA?

N&S Store prossimamente online

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.