Pubblicato da Prof. Federico Cacciapuoti
 

vai alla scheda autore

L’endotelio è il tessuto che riveste la superficie interna dei vasi sanguigni, del cuore (endocardio) e dei vasi linfatici. Si tratta di un particolare tipo di tessuto epiteliale semplice costituito da un solo strato di cellule, di origine mesenchimale. Fino alla fine degli anni ‘70 l’endotelio era considerato alla stregua di un semplice epitelio di rivestimento, ma negli ultimi anni ha assunto un ruolo crescente ed è oggi considerato un vero e proprio organo endocrino dotato di complesse attività di regolazione dell’apparato vascolare (organo endoteliale). Esso è formato da cellule endoteliali (CE), poste a diretto contatto col sangue (o con la linfa). Queste hanno una forma piatta o poligonale, sono estremamente sottili e strettamente collegate tra di loro, in modo da formare una superficie levigata e compatta. Le CE producono una serie di mediatori che intervengono nel mantenere l’equilibrio dinamico tra coagulazione e fibrinolisi, che consente la normale fluidità del sangue nel vaso sanguigno (tabella 1).

Tabella 1. Fattori di origine endoteliale coinvolti nel mantenimento dell’equilibrio emostatico.

Anti-coagulanti Pro-coagulanti
Sostanza Azione Sostanza Azione
Ossido nitrico Azione vasodilatante, antiaggregante e di inibizione della proliferazione delle cellule muscolari lisce Fattore di von Willebrand Contribuisce all’attivazione e all’aggregazione piastrinica
Attivatore tissutale del plasminogeno (tPA) Favorisce la trasformazione del plasminogeno in plasmina (enzima fibrinolitico) Fattore Tissutale (TF) Attiva il fattore VII e le endoteline
Glicosoamminoglicani Svolgono azione eparino-simile, incrementando l’attività dell’antitrombina III Endoteline Inducono vasocostrizione e favoriscono la proliferazione delle cellule muscolari lisce della tunica media della parete vasale; contribuiscono inoltre a potenziare la vasocostrizione indotta dall’angiotensina II, dalla serotonina e dalla nor-epinefrina
Prostaciclina-12 (PG12) Svolge azione vasodilatatrice, inibisce l’adesione e l’aggregazione delle piastrine    
Trombomodulina Concorre all’attivazione della proteina C (inibendo la coagulazione).    

N&S Store prossimamente online

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.