sei nella sezione   Diagnosi & Malattie
Pubblicato da Staff N&S

Con le parole calcolosi (dal latino calculus = pietruzza) o litìasi (dal greco lithos = sasso) si indica la formazione di calcoli all’interno di ghiandole e cavità del corpo umano nelle quali sono normalmente presenti liquidi corporei di varia natura caratterizzati da elevate concentrazioni di sali minerali. Calcoli possono per esempio formarsi nel rene ed essere escreti attraverso le vie urinarie (calcolosi urinaria). Oppure possono formarsi all’interno della colecisti ed essere escreti attraverso le vie biliari (calcolosi biliare o della colecisti) (figura 1).
Ma piccoli calcoli, grandi quanto un chicco di riso, possono formarsi anche all’interno delle ghiandole salivari o nella ghiandola parotide e, se le loro dimensioni sono maggiori del dotto escretore (il canale che fa defluire il contenuto della ghiandola all’esterno) possono rimanere intrappolati all’interno del dotto ed ostruire la fuoriuscita di saliva. Un calcolo che rimane intrappolato all’interno della via escretrice (uretere, dotto biliare, dotto salivare etc) produce frequenti crisi dolorose, dette coliche (renale, biliare etc).


Figura 1. Calcoli della colecisti che hanno ostruito anche i dotti biliari. L'ostruzione del dotto è responsabile della colica biliare.

colecisti-dotto-biliare-con-calcoli

Cosa sono i calcoli e come si formano

I calcoli sono formati da sali minerali e sostanze organiche normalmente disciolte all’interno del liquido nel quale si trovano urina, liquido biliare, saliva etc). Se le loro concentrazioni aumentano perché il liquido nel quale sono disciolti ristagna o non defluisce sufficientemente, questi sali tendono a precipitare e formano il calcolo. Una volta che il calcolo si è formato esso tenderà ad ostruire la via escretrice. Nel caso dei calcoli urinari esso tende ad ostruire l’uretere, mentre nel caso dei calcoli della colecisti essi possono ostruire il dotto biliare. I calcoli della colecisti sono fatti per lo più di colesterolo, mentre i calcoli urinari sono fatti prevalentemente da ossalato di calcio. La prevenzione ed il trattamento della calcolosi cambia a seconda della ghiandola interessata.

 

 

 A chi rivolgersi?

Gastroenterologo (se calcoli della colecisti)

Urologo (se calcoli renali)

Otorinolaringoiatra (se calcoli delle ghiandole salivari o delle parotidi)

La lettura dell'articolo non sostituisce il parere del medico

CERCHI UNO SPECIALISTA
NELLA TUA ZONA?

N&S Store prossimamente online

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.