Pubblicato da Staff N&S
Il bendaggio gastrico regolabile (BGR) è da molti anni l’intervento di chirurgia bariatrica (chirurgia per perdere peso) più utilizzato al mondo. Negli USA questo tipo di intervento è stato approvato più tardivamente (2011) rispetto all' Europa ed è meno utilizzato che in altri paesi.

 

L'intervento è eseguito per via laparoscopica, senza cioè incidere la parete addominale. Fino al 2009 si accedeva alla cavità addominale attraverso cinque punti di ingresso, che lasciavano altrettante piccole cicatrici. A partire dal 2009 è stata adottata, per ora solo da pochi centri italiani, una tecnica che permette di accedere alla cavità addominale attraverso l’ombelico, una tecnica che non lascia sostanzialmente alcuna cicatrice: questa tecnica è nota come SILS (Single Incision Laparoscopic Surgery).

Bendaggio gastrico: come si esegue

L’intervento prevede il posizionamento di un collare di silicone all’inizio dello stomaco, poco sotto il punto in cui l’esofago si congiunge con lo stomaco, detto giunzione gastro-eseofagea. Il collare può essere stretto intorno allo stomaco in modo regolabile mediante un tubicino connesso ad un piccolo serbatoio posizionato sulla parete addominale e contenente soluzione fisiologica. Il serbatoio può essere punto dall’esterno con una siringa e, aggiungendo o rimuovendo soluzione fisiologica, si può stringere o allentare il collare a piacere. In casi estremi, quando il soggetto non tollera il senso di pienezza gastrica che si genera dopo l’assunzione di pasti poco più abbondandi di quanto permesso, si può allentarlo totalmente (figura 1).
 
Figura 1. La regolazione del collare avviene aggiungendo o sottraendo soluzione fisiologica nel serbatoio sottocutaneo: più il collare è stretto più impedisce il passaggio di cibo e prima il paziente avverte senso di sazietà.

bendaggio-gastrico-regolabile

La durata dell’intervento, eseguito in anestesia generale, è di circa 60-80 minuti. La dimissione avviene entro 2-3 giorni al massimo. Il paziente deve affrontare nei giorni e nelle settimane successive un lento e progressivo processo di riabilitazione alimentare, con pasti molto piccoli e frequenti, prima solo liquidi e poi progressivamente più solidi. E' necessario fare attenzione a non riempire troppo e troppo in fretta la tasca gastrica risultante dal posizionamento del collare, perché ciò induce sintomi da eccessivo riempimento: dolore gastrico, nausea e vomito. Se il soggetto persiste con pasti troppo abbondanti può comparire dilatazione dell’esofago, reflusso di acido dallo stomaco all’esofago (reflusso gastroesofageo) e aspirazione di particelle di cibo nelle vie respiratorie (polmonite ab ingestis).

Efficacia sul peso del bendaggio gastrico

La perdita di peso avviene progressivamente nell’arco di 12-18 mesi. Al termine del primo mese si osserva abitualmente un dimagrimento di 8-12 kg, per arrivare a 25-30 kg dopo 12 mesi. L’efficacia dipende molto dalla capacità del soggetto di attenersi (ed abituarsi) ad una dieta rigorosa. I soggetti che non si attengono agli schemi dietetici prescritti e che si nutrono con alimenti altamente calorici e palatabili (formaggi mobidi, dolci al cucchiaio, budini, creme, etc) non solo perdono nel primo anno un peso minore, ma tendono a recuperare il peso perso molto rapidamente. 

Vantaggi del bendaggio gastrico

Il BGR è divenuto l’interevento più eseguito al mondo per la semplicità di esecuzione e per l’assenza di organi asportati. Rispetto ad altre procedure, il BGR comporta rischi chirurgici e complicanze a breve e lungo termine minori. Il tasso di mortalità operatoria a 30 giorni è pari allo 0.15%, più o meno la stessa percentuale che si osserva per la rimozione della colecisti per via laparoscopica. Non sono registrati casi di mortalità a medio e lungo termine. Un vantaggio importante riguarda l’adattamento “soggettivo”: se il soggetto fa fatica ad abituarsi alle restrizioni alimentari, il collare può essere allentato in base alle singole necessità.

 

Nel caso il paziente non si abitui a tali restrizioni nei mesi successivi, il bendaggio può essere rimosso. Un ulteriore aspetto da non sottovalutare riguarda una eventuale gravidanza. Questa non dovrebbe essere programmata nei 12-18 mesi successivi ad un qualunque intervento di chirurgia bariatrica. Nel caso del BGR, una gravidanza accidentale non costituisce un grave problema proprio per via della possibilità di regolazione del collare.

Svantaggi del bendaggio gastrico

Gli svantaggi del BGR sono sostanzialmente due: 
  1. l’intervento può risultare inefficace se il paziente continua, ad assumere più calorie del dovuto; 
  2. la perdita di peso è inferiore e più lenta rispetto ad altre procedure. 

Un altro aspetto da valutare riguarda gli obiettivi che il paziente pensava di poter raggiungere quando ha deciso di sottoporsi ad intervento. Nelle forme di superobesità (BMI >50), la probabilità che il paziente raggiunga il peso forma, o un peso per lui ritenuto accettabile, sono molto basse. In questi soggetti dovrebbe essere adottato un tipo di intervento in grado di produrre un calo del peso maggiore, per esempio il bypass gastrico o la diversione biliopancreatica.

A chi rivolgersi?

Centri di Chirurgia Bariatrica

La lettura dell'articolo non sostituisce il parere del medico

CERCHI UNO SPECIALISTA
NELLA TUA ZONA?

 

N&S Store prossimamente online

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.