sei nella sezione   Diagnosi & Malattie
Pubblicato da Staff N&S

Le cause dell'anemia sono molteplici (piccole emorragie, infezioni, tumori, leucemie, malattie congenite, etc). Alcune di esse sono determinate da un deficit di ferro, altre dal deficit di vitamina B12 o di acido folico. In questi casi, una dieta ricca di queste sostanze può migliorare l'anemia esistente o prevenirne l'insorgenza. La forma più comune di anemia da carenza nutrizionale è l'anemia sideropenica. Questo tipo di anemia, detta anche ferropriva o anemia da carenza di ferro, è caratterizzata da una riduzione dell'emoglobina circolante e da globuli rossi che al microscopio appaiono più piccoli e pallidi  della norma. È l'anemia più frequente nell'infanzia e nella prima adolescenza. Essa colpisce spesso anche le donne nella fascia di età compresa fra i 30 ed i 50 anni ed i soggetti sottoposti ad asportazione totale o parziale dello stomaco e della prima parte dell'intestino (siti dove il ferro contenuto negli alimenti è assorbito). Altre cause di carenza di ferro possono essere una dieta inadeguata (alimentazione vegana) o alcune sindromi da malassorbimento gastro-intestinale (es. gastrite cronica, celiachia, alcolismo cronico, etc).

Dieta e ferro

In questi casi una dieta appropriata e l'utilizzo di integratori a base di ferro possono risolvere lo stato anemico in poche settimane. Quali sono gli alimenti più ricchi di ferro? Un alimento vale l'altro? Il contenuto in ferro degli alimenti è certamente un dato importante, ma non basta (tabella 1). E' necessario che il ferro contenuto nell'alimento sia anche assorbibile nel breve tratto di intestino chiamato duodeno. Se un alimento è ricco di ferro ma il ferro non è ben assorbito nel duodeno, risulta poco inutile ai fini della terapia!

Tabella 1. Gli alimenti maggiormente ricchi di ferro. (Dati provenienti dal database dell'Istituto Nazionale per la Ricerca sugli Alimenti e la Nutrizione).

Alimento mg di Fe per 100 grammi di alimento Alimento mg di Fe per 100 grammi di alimento
Caviale 11,8 Spigola 4,1
Fegato Bovino 8,8 Cavallo filetto 3,9
Lenticchie 8,0 Fette biscottate 3,8
Pistacchi 7,3 Mandorle dolci 3,0
Cozze 5,8 Spinaci 2,9
Muesli 5,6 Alici 2,8
Scorfano 5,5 Trota 2,0
Fiocchi avena 5,2 Agnello 1,7
Albicocche secche 5,0 Pane da forno 1,4
Cioccolato fondente 5,0 Tonno fresco 1,3

 


Il ferro meglio assorbito a livello duodenale è il ferro ferroso (Fe2+), quello contenuto nelle carni e nei frutti di mare (caviale, cozze, fegato, etc). Viceversa, il ferro ferrico (Fe3+), contenuto soprattutto nelle verdure e in alcuni legumi (spinaci, lenticchie etc) è meno assorbito. L'assorbimento del ferro è inoltre favorito dalla acidificazione della pietanza: per esempio il fegato bovino è molto ricco di ferro e l'assorbimento è ulteriormente aumentato se si condisce la porzione con succo di limone. Per questa ragione negli integratori contenenti ferro è anche presente vitamina C, che acidifica i succhi gastrici e favorisce l'assorbimento del ferro. Viceversa, la presenza di fibra alimentare, per esempio quella dei legumi, inibisce l'assorbimento del ferro. Anche i fitati ed i tannini contenuti nel vino rosso inibiscono l'assorbimento del ferro. La stessa cosa accade quando il pasto è ricco di calcio e fosforo (formaggi e latticini), che competono con il ferro e ne riducono l'assorbimento. Ne consegue che a parità di contenuto in ferro, le alici devono essere preferite agli spinaci ed il fegato di bovino alle lenticchie. In conclusione, sfatando un luogo comune, un pasto a base di spinaci e lenticchie, magari accompagnato dall'assunzione di vino rosso, può essere salutare per molti aspetti ma non costituisce la dieta ottimale di un soggetto anemico. Questa deve essere prevalentemente basata su carni rosse magre, frutti di mare e pesce. Si ricorda infine che i formaggi ed i derivati del latte sono pressoché privi di ferro.

A chi rivolgersi?

Nutrizionista

La lettura dell'articolo non sostituisce il parere del medico

CERCHI UNO SPECIALISTA
NELLA TUA ZONA?

N&S Store prossimamente online

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.