sei nella sezione   Diagnosi & Malattie
Pubblicato da Dott. Paride Iannella
 

vai alla scheda autore

Il test del TRH, noto anche come test di stimolazione del TSH, è un esame utile sia per lo studio della tiroide che, in misura minore, della infertilità femminile. Il test è indispensabile in alcuni casi di ipotiroidismo per verificare se l'incapacità della tiroide di produrre gli ormoni tiroidei sia da imputare ad alterazioni della tiroide stessa (ipotiroidismo primario) o al mancato rilascio da parte dell'ipofisi anteriore del TSH (Thyroid Stimulating Hormon), l'ormone che stimola la tiroide (ipotiroidismo secondario).

Come si esegue il test del TRH

Il test del TRH consiste nel somministrare al paziente l'ormone TRH e nel dosare successivamente il TSH a tempi prefissati. Si tratta quindi di un test dinamico. In pratica si esegue un primo dosaggio del TSH (dosaggio basale) e poi si somministrano 200 microgrammi di TRH endovena. Convenzionalmente si eseguono altri 5 prelievi a distanza di 15, 30, 45, 60 e 90 minuti dal basale. Per evitare la puntura ripetuta della vena del braccio, si applica un'ago-cannula, che viene rimossa quando il paziente termina il test. Come tutti gli esami nei quali si somministra una sostanza, è necessario firmare il consenso informato.

Interpretazione del test del TRH

Il TRH (Thyrotropin Releasing Hormon) è l'ormone prodotto dall'ipotalamo e serve a stimolare l'ipofisi affinché rilasci sia TSH che prolattina. Dopo la somministrazione del TRH, si possono osservare 5 diverse risposte a seconda del tipo di disfunzione tiroidea (tabella 1). Nel soggetto con normale funzione tiroidea si osserva, dopo 30 minuti dalla stimolazione, un aumento fisiologico dei valori di TSH. Ciò non si verifica nei casi in cui il disturbo è di tipo ipofisario: in questa evenienza l'ipofisi non risponde allo stimolo, e quindi i valori basali di TSH già bassi non aumentano dopo stimolazione con TRH. Viceversa, se l'ipofisi è sensibile al TRH ma questo ormone non viene prodotto dall'ipotalamo, dopo 60-90 minuti dalla stimolazione con TRH l'ipofisi inizia a produrre TSH.

Tabella 1.Variazioni del TSH dopo stimolazione con TRH.

Diagnosi Variazione del TSH dopo stimolo con TRH
Soggetto normale Aumento del TSH dopo 30 minuti
Ipotiroidismo primitivo Aumento esagerato del TSH dopo 30 minuti (3-4 volte il valore basale)
Ipotiroidismo ipofisario Nessun aumento del TSH dopo 30 minuti
Ipotiroidismo ipotalamico Aumento del TSH ritardato nel tempo (dopo almeno 60 minuti)
Ipertiroidismo Nessun aumento del TSH rispetto al basale

In pratica, il test del TRH è utile per distinguere l'ipotiroidismo dovuto all'incapacità dell'ipofisi di produrre il TSH (ipotiroidismo ipofisario) dall'ipotiroidismo dovuto all'incapacità dell'ipotalamo di secernere il TRH (ipotiroidismo ipotalamico).

N&S Store prossimamente online

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.