sei nella sezione   Farmaci
Pubblicato da Staff N&S

Il buspirone è il principio attivo contenuto in due farmaci (Buspar® e Axoren®) utilizzati per il trattamento del disturbo d’ansia generalizzata. Il buspirone è disponibile in compresse da 5 mg e 10 mg.

A cosa serve il buspirone (Buspar®, Axoren®)

Il buspirone è un farmaco anti-ansia (ansiolitico) non correlato ne con le benzodiazepine ne con i barbiturici. Diversamente dalle benzodiazepine e dai barbiturici infatti, il buspirone non presenta un sostanziale effetto sedativo (sonnolenza) ed è sprovvisto dell’effetto anticonvulsivante e miorilassante tipico delle benezodiazepine Il farmaco è indicato nel disturbo d’ansia generalizzata.

Quando e come si usa il buspirone (Buspar®, Axoren®)

Nel disturbo da ansia generalizzata si inizia con una dose giornaliera di 5 mg tre volte al giorno. Se si richiede un aumento del dosaggio, questo può essere incrementato lentamente (5 mg ogni 2-3 giorni) fino a raggiungere il dosaggio massimo consentito di 60 mg/giorno (20 mg per 3 volte al giorno). Il dosaggio deve essere ridotto in caso di disfunzione renale o epatica. Nei pazienti anziani la posologia deve essere stabilita dal medico, che dovrà valutare una eventuale riduzione della dose giornaliera. L'assunzione a stomaco pieno aumenta la biodisponibilità di buspirone.

Avvertenze e precauzioni con l’uso di buspirone (Buspar®, Axoren®)

Il farmaco è controindicato in presenza di ipersensibilità nota verso il principio attivo o verso gli eccipienti, nonché in caso di insufficienza epatica e renale grave. Il buspirone non deve essere impiegato contemporaneamente ad un gruppo di farmaci detti Inibitori delle Mono-Ammino Ossidasi (IMAO). Questo gruppo di farmaci va sospeso almeno 2 settimane prima di iniziare l’assunzione di buspirone. Il buspirone è generalmente controindicato in gravidanza e durante l'allattamento. Esso è anche controindicato in bambini ed adolescenti prima dei 18 anni. Benché il farmaco abbia effetti tranquillati minori rispetto alle benzodiazepine, è prudente evitare l’uso dell’auto o di macchinari complessi durante i primi giorni di assunzione. I pazienti già in trattamento con benzodiazepine devono sospenderne lentamente l’assunzione per evitare effetti di rimbalzo dei sintomi ansiosi. L’assorbimento del buspirone è influenzato da alcuni farmaci ed anche da alcuni alimenti (es. succo di pompelmo). Alle dosi indicate il buspirone è ben tollerato e gli effetti indesiderati, ove presenti (vertigini, cefalea, nervosismo nausea, eccessiva sudorazione, etc), tendono a scomparire dopo i primi giorni. Per saperne di più leggi il foglietto illustrativo di Buspar.

N&S Store prossimamente online

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.