sei nella sezione   Nutrizione
Pubblicato da Staff N&S

Sleeve gastrectomy (gastrectomia verticale parziale)

La sleeve gastrectomy, nota anche come gastrectomia verticale parziale o più semplicemente come sleeve gastrico, è un intervento di chirurgia dello stomaco eseguito nei pazienti obesi per indurre un consistente e duraturo dimagrimento.

Come si esegue la sleeve gastrectomy?

L’intervento è eseguito per via laparoscopica, quindi senza aprire la parete addominale. Il chirurgo esegue una resezione in verticale dello stomaco, seguendo la grande curvatura gastrica ed utilizzando una suturatrice meccanica che contemporaneamente incide e sutura (figura 1). Dopo l’intervento, lo stomaco residuo assume la forma di un manicotto (in inglese sleeve) e passa da un volume iniziale di circa 1.300 centimetri cubi ad un volume finale di 80-150 cc. La durata dell’intervento è di 50-80 minuti. Se non vi sono complicanze la degenza in ospedale è di circa 3 giorni e dopo una decina di giorni il paziente può riprendere lentamente le sue attività quotidiane.

Figura 1. Sleeve gastrectomy: lo stomaco viene resecato per circa il 90% e quello che rimane assume la forma di un manicotto (sleeve) della capienza di circa 100 cc.

sleeve grastrectomy

In quali pazienti obesi va eseguita la sleeve gastrectomy?

Diversamente dal bendaggio gastrico, la sleeve gastrectomy è un intervento irreversibile. Una volta eseguito la parte di stomaco resecata è persa definitivamente. La perdita di peso che si ottiene con questo tipo di intervento è pari a circa il 50-60% del peso in eccesso.

Ipotizziamo un paziente che dovrebbe avere un peso ideale di 75 kg e che invece pesa…175 kg! Il suo peso in eccesso è quindi di 100 kg. Con un intervento di sleeve ci si attende una riduzione di 50-60 kg nei 12-18 mesi successivi. Quindi il nostro ipotetico paziente che pesava 175 kg prima dell’intervento, dopo 12-18 mesi scenderà a circa 115-120 kg.

Perché il paziente sottoposto a sleeve gastrectomy dimagrisce?

I meccanismi attraverso cui la sleeve gastrectomy determina un consistente dimagrimento nell'arco dei 12-18 mesi successivi su due.

Effetto di sazietà precoce

Come si vede nel disegno, dopo l’intervento lo stomaco assume la forma di un manicotto, con una capienza alimentare di circa 100 cc. Ciò significa che questo stomaco rimpicciolito (tasca gastrica), si riempie già dopo pochi bocconi e quindi il soggetto si sente rapidamente sazio. Il primo effetto dell’intervento è quello sul senso di sazietà.

Effetti ormonali della sleeve gastrectomy

Il secondo effetto è di tipo ormonale. Una parte dello stomaco rimosso durante l'intervento, detta “fondo gastrico”, produce grandi quantità di un ormone che aumenta il senso di fame. Questo ormone, noto come grelina, non è più prodotto dopo l'intervento, per cui si riduce il senso di fame.

Complicazioni della sleeve gastrectomy

Come tutti gli interventi di chirurgia addominale, anche la sleeve gastrectomy è affetta da un certo numero di complicanze. Queste dipendono dall'abilità dell'operatore e dell'intero staff chirurgico che prende parte all'intervento. Per queste ragioni ci si deve sempre rivolgere a centri specializzati nella chirurgia bariatrica. E’ inoltre buona norma chiedere al chirurgo quanti interventi di quel particolare tipo esegue ogni anno. Un chirurgo che esegue ogni anno più di 50 interventi di quel tipo può essere considerato molto esperto.

In linea generale le complicanze più frequenti sono la sutura non perfetta lungo il taglio chirurgico, il reflusso gastroesofageo (5-8%), la formazione di calcoli biliari (2%) e la comparsa di infezioni nei giorni successivi. Nei Centri ad alta specializzazione la mortalità a 30 giorni dall’intervento è pari a 2,2 casi ogni 1.000 pazienti operati. Dopo 30 giorni dall’intervento il rischio di complicazioni è molto raro.

N&S Store prossimamente online

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.